TERAPIA FOTODINAMICA CON LA LUCE SOLARE

metvix

Trattamento delle cheratosi attiniche da lievi a moderate – Terapia fotodinamica con la luce solare

«Cheratosi» significa «disturbo della cheratinizzazione». Questa anomalia della normale cheratinizzazione si manifesta sotto forma di ispessimento e irregolarità dello strato corneo della pelle. I termini «attinico» e «solare» sono entrambi riferiti alla principale causa di questa patologia, vale a dire le radiazioni solari: «attinico» significa infatti «causato da radiazioni».

Le cheratosi attiniche (di norma sono più di una) si presentano infatti solo nei punti del corpo esposti al sole per lungo tempo. Una determinata parte della luce solare, la luce ultravioletta appartenente all’area di energia media (chiamata raggi UVB), è la causa principale di questa malattia. L’azione dei raggi solari su determinate cellule dello strato superiore della pelle, protratta spesso per molti anni, provoca alterazioni permanenti della loro normale attività. È come se la loro funzione sfuggisse al controllo, dando origine a queste «cheratosi».

La terapia fotodinamica si basa sulla somministrazione di una sostanza che si attiva con la luce (fotosensibilizzante) e si concentra a livello di un determinato tessuto che si intende trattare. Quando la sostanza fotosensibilizzante può essere direttamente applicata sul tessuto si parla di terapia fotodinamica topica.
Questa offre il vantaggio di evitare l’assunzione di sostanze per via generale limitando gli effetti alla sola zona trattata. Tra le sostanze che si possono impiegare nella terapia fotodinamica topica vi è il metil-aminolevulinato (MAL) (Metvix®), un farmaco, disponibile in crema, regolarmente registrato in Italia e in altri paesi europei

 Dott.ssa Maria Rosaria Zampino